POLO TECNICO ADRIA

Circolari

 

29 settembre 2013 Elezioni rappresentanti genitori nei Consigli di Classe

OGGETTO: Elezioni rappresentanti genitori nei Consigli di Classe

DESTINATARI: GENITORI

Si comunica che si terranno presso la succursale di Via A. Moro dell’I.I.S. Polo Tecnico di Adria le elezioni dei rappresentanti dei genitori nei Consigli di Classe secondo il seguente calendario:

Martedì      01 ottobre 2013 corsi: COST. AMB. E TERR. – GEOM. P5 – INFORMATICA

                                                          ELETT. – MECCAT. – COST. MEZZO – NAVALMECCANICA

Mercoledì   02 ottobre 2013 corsi: AFM – IGEA – ERICA – REL. INT. – SIS. INF. – MERC.

Continua a leggere…Elezioni rappresentanti genitori nei Consigli di Classe

13 aprile 2013 RICEVIMENTO GENITORI II° quadrimestre

Adria, 04/04/13

OGGETTO: RICEVIMENTO GENITORI II° quadrimestre

DESTINATARI: DOCENTI – ALUNNI – ATA

Si comunica che nei giorni 18 e 19 aprile 2013 dalle ore 15.00 alle ore 18.00 si terrà il 2° ricevimento generale dei Genitori in occasione della consegna della “pagellina” di metà secondo quadrimestre, con la seguente organizzazione:
Giovedì 18/04/13 dalle 15.00 alle 18.00 i genitori degli allievi con cognomi dalla lettera A alla lettera L
Venerdì 19/04/13 dalle 15.00 alle 18.00 i genitori degli allievi con cognomi dalla lettera M alla lettera Z
Il ricevimento avverrà presso:
⇒    la sede centrale di Via Dante 17 (corsi: Costruzioni ambiente e territorio, Geometri Progetto Cinque e Informatica)
⇒    la succursale di Via A. Moro 3 (corsi: Amministrazione finanza e marketing – Igea – Relazioni internazionali per il marketing – Erica – Sistemi informativi per l’Azienda – Mercurio – Elettronica-Elettrotecnica – Meccanica-Meccatronica – Costruzione del mezzo – Navalmeccanica – Trasporti-Logistica).
In particolare si comunica la dislocazione dei docenti che operano su più sedi e che saranno a disposizione solo presso una di esse.
Copia di tale sistemazione sarà affissa in ogni piano, in ogni classe interessata, e sarà consegnata al personale in servizio ai vari piani.
I genitori sono invitati a partecipare.
Si avvisa inoltre che dal 6 al 11 maggio 2013 ci sarà l’ultima settimana di ricevimento programmato di mattina.
I docenti sono invitati ad avvertire le famiglie facendo compilare agli studenti un tagliando delle “COMUNICAZIONI SCUOLA/FAMIGLIA” del Libretto Scolastico Personale e verificando la firma di presa visione dei genitori entro martedì 16 aprile 2013.
Tale adempimento dovrà trovare riscontro sul registro di classe.

       Il Dirigente Scolastico
       (Dott. Antonio Gardin)

 

6 marzo 2013 Cineforum 2013

Si comunica che da lunedì 11 marzo p.v. l’Aula magna della sede di via A. Moro ospiterà  una rassegna di 12 film a tema (vedi il programma allegato alla presente comunicazione e le locandine affisse nei locali scolastici), che saranno proiettati durante la mattinata scolastica, nelle date e negli orari indicati.
I temi scelti sono:
•    Ora e sempre Globalizzazione?
•    Il Grande Fratello: l’omaggio di Terry Gilliam a G. Orwell
•    Il conflitto infinito: Israele e Palestina
•    Il Medio Oriente: scene di guerra
Per garantire una buona qualità di visione, saranno ammesse ad ogni proiezione al massimo 3 classi (SOLO triennio – max 60/70 studenti). La richiesta di assistere alle proiezioni dovrà essere presentata dai docenti interessati. Potranno partecipare, nell’ambito di interventi di flessibilità didattica, anche gruppi di studenti.
Non ci sarà presentazione dei film, né dibattito alla fine: soltanto la proiezione; saranno i docenti a sviluppare, con gli studenti, opportune riflessioni, prima e/o dopo la visione.
Schede illustrative ed altro materiale informativo sono facilmente reperibili in numerosi siti internet.
Le richieste di partecipazione (accolte fino alla capienza massima, secondo l’ordine di presentazione ma con  precedenza alle classi con meno partecipazioni) vanno rivolte al prof. Destro o al tecnico, sig. Claudio Vincenzi, fino al giorno precedente la proiezione.
{xtypo_button3} scarica programma {/xtypo_button3}

15 febbraio 2013 Obblighi del personale e vigilanza sugli alunni

COMUNICAZIONE C23-012

 Adria, 14/09/12OGGETTO: Obblighi del personale e vigilanza sugli alunni

 DESTINATARI: DOCENTI – COLLABORATORI SCOLASTICI

Ad inizio di a.s. si ritiene utile e opportuno richiamare le SS.LL. alle attenzioni e responsabilità connesse al proprio ruolo e profilo professionale per l’evidente ricaduta che queste riversano sulla qualità del servizio offerto dalle nostre scuole e sul clima interno vissuto da tutti coloro che nella scuola vivono e lavorano:

  • Orario di servizio

E’ appena il caso di ricordare che la puntualità, soprattutto all’inizio delle lezioni, è un elemento di qualità del servizio scolastico che deve essere garantito con la piena collaborazione di tutte le componenti scolastiche. Pertanto, in caso di ritardi o allontanamenti dal servizio per motivi personali o di salute, deve essere informato in tempo utile l’Ufficio di Segreteria e il Docente Fiduciario del plesso per dare tempo e modo di provvedere all’organizzazione della vigilanza sugli alunni. Si ricorda inoltre che “per assicurare l’accoglienza e la vigilanza degli alunni, gli insegnanti sono tenuti a trovarsi in classe cinque minuti prima dell’inizio delle lezioni e ad assistere all’uscita degli alunni medesimi” (Art. 29, comma 5 del C.C.N.L. – Comparto Scuola del 29/11/2007).

  • Vigilanza alunni

Si allega, per conoscenza e norma il Regolamento interno relativo alla “Vigilanza alunni e sorveglianza edifici scolastici”  richiamando tutto il personale in indirizzo al puntuale rispetto di quanto in esso codificato e a segnalare eventuali situazioni in questo non previste e che è invece necessario regolamentare. Si ricorda che, in linea generale, gli insegnanti sono responsabili dei danni arrecati dagli alunni a se stessi o a terzi o alle cose durante il tempo in cui sono affidati alla loro vigilanza: la vigilanza non è limitata al periodi delle lezioni, ma si estende al periodo immediatamente precedente e seguente per il quale gli insegnanti sono tenuti ad essere presenti. Analogamente, sussiste la responsabilità degli insegnanti per gli infortuni occorsi agli alunni durante le ore di scuola in conseguenza di omessa vigilanza: l’opera degli insegnanti si estende infatti alla sorveglianza ed alla disciplina degli alunni durante tutto il tempo nel quale essi sono affidati alla scuola. Il personale ausiliario comunque riveste un ruolo di fondamentale importanza nel collaborare con i docenti nella gestione di momenti della giornata scolastica particolarmente difficili per la gestione della vigilanza sugli alunni: ingresso ed uscita, ricreazione e cambi di classe degli insegnanti. Per questo si richiama il personale  ausiliario ad assicurare la sua presenza vigile e costante negli ingressi e nei corridoi dell’edificio scolastico per controllare i movimenti degli alunni e intervenire o segnalare agli insegnanti eventuali problemi individuati e collaborare attivamente con i medesimi per far sì che i cambi di classe avvengano nel modo più ordinato possibile garantendo che nessuna classe venga lasciata senza la necessaria sorveglianza. Si insiste sul problema della vigilanza sugli alunni perché le sentenze della Corte dei Conti hanno sottolineato che l’obbligo della sorveglianza della scolaresca ha rilievo primario rispetto agli altri obblighi di servizio in quanto articolazione del generale dovere di vigilanza sui minori.

  • Provvedimenti disciplinari

Nel richiamare l’attenzione dei docenti e del personale ausiliario nel far rispettare lo Statuto degli Studenti e delle Studentesse (D.P.R. n. 249/1998 e DPR n. 235/2007) e i Regolamenti di Istituto deliberati dal C.I. il 26/06/2008, si invitano i Docenti coordinatori dei Consigli di classe a concordare criteri comuni nell’uso dei richiami e delle note disciplinari sul registro rispetto ai quali tutti i docenti cercheranno di uniformare i propri comportamenti allo scopo di rendere più equilibrato e coerente l’uso di strumenti che devono avere valenza educativa oltre che di contenimento dei comportamenti scorretti a scuola.

  • Controllo e mantenimento dell’igiene dei locali e del corretto uso di strutture e strumenti

Tutto il personale docente e non docente è impegnato a controllare che le aule e gli altri spazi utilizzati dagli alunni e dall’utenza siano mantenuti in condizioni di pulizia e decoroso ordine. In caso di condizioni igieniche non accettabili è necessario avvertire immediatamente l’ufficio di presidenza o la direzione amministrativa e generale per evitare di incorrere nelle responsabilità previste dal D.P.R. 303/56. E’ necessario inoltre, dopo aver accertato le responsabilità, segnalare immediatamente chi si è reso colpevole di atti di vandalismo ai danni delle strutture e delle attrezzature della scuola affinché si possa procedere sia per dar corso a eventuali provvedimenti disciplinari sia per procedere alla richiesta di risarcimento del danno arrecato.

 

Il Dirigente Scolastico

(Dott. Antonio Gardin)

 

VIGILANZA ALUNNI e SORVEGLIANZA EDIFICI SCOLASTICI

Regolamento

  • Riferimenti normativi

> Art. 28 del C.C.N.L. – Comparto Scuola 2006/2009 del 29/11/2007

> Art. 29 del C.C.N.L. – Comparto Scuola 2006/2009 del 29/11/2007

> Art. 44 del C.C.N.L. – Comparto Scuola 2006/2009 del 29/11/2007

> Art. 47 del C.C.N.L. – Comparto Scuola 2006/2009 del 29/11/2007

> Tabella A del C.C.N.L. – Comparto Scuola del 24/07/2003

  • Soggetti coinvolti

> Personale Docente

> Personale A.T.A. (collaboratori scolastici)

  • ISTRUZIONI

 A.        VIGILANZA AGLI ALUNNI

Rientra tra gli obblighi del personale docente la sorveglianza degli alunni all’ingresso e all’uscita dalla scuola e durante gli intervalli fra le lezioni.

La vigilanza dei docenti non si esaurisce nell’impartire l’istruzione ma si estende alla sorveglianza ed alla disciplina degli alunni durante tutto il tempo nel quale essi sono affidati alla scuola.

Il personale non insegnante, al fine di assicurare tranquillità alla vita scolastica, affianca gli insegnanti durante i turni di lezione, negli intervalli, al momento dell’ingresso e dell’uscita (C.M. n. 187/1964).

  • Ingresso:

           I docenti sono tenuti ad essere presenti a scuola 5 minuti prima dell’inizio delle lezioni (o del turno di lezione) allo scopo di accogliere gli alunni e accompagnarli  ordinatamente in aula senza provocare sovraffollamenti di atri, corridoi, zone di passaggio.

           Il personale non insegnante presente negli atri o nei corridoi collabora con l’opera degli insegnanti al fine di permettere che le operazioni di accesso alle aule, palestre, laboratori, avvengano nel modo più corretto possibile.

  • Cambio di classe per turni di lezione:

I docenti presenti in aula, prima di lasciare la classe, si preoccupano di affidarla all’insegnante del turno successivo di lezione o, in attesa, al personale non insegnante presente nel corridoio o, in assenza di tale servizio, ad uno dei
colleghi presenti nelle aule vicine.

Allo scopo di evitare cambi ritardati e quindi problemi di gestione alla sorveglianza delle classi è indispensabile che i docenti rispettino scrupolosamente i tempi di lezione previsti dall’orario.

Il personale non docente deve essere presente nei corridoi per collaborare attivamente affinché la turnazione degli insegnanti nelle classi avvenga senza pregiudizi per la sorveglianza sugli alunni e per il normale e tranquillo svolgimento delle lezioni.

 

  • Durante le lezioni:

I docenti sono tenuti a prestare con ogni cura un’attenta azione di vigilanza sui comportamenti degli alunni e sulla disciplina delle classi. E’ fondamentale inoltre che si impegnino a far rispettare le norme del regolamento interno che prevede le modalità di gestione degli accessi ai servizi igienici e di partecipazione alle attività. In caso di bisogno improrogabile di lasciare l’aula, prima di uscire, è assolutamente necessario affidare gli alunni alla sorveglianza del personale non insegnante presente in corridoio o ad un collega disponibile.

Il personale non docente deve essere presente nei corridoi o negli atri per sorvegliare sui movimenti degli alunni e sul corretto accesso e uso dei servizi igienici, intervenendo, se necessario, per evitare che essi vi stazionino più del tempo necessario  e mettano in atto comportamenti vietati dal regolamento interno. In caso di bisogno di assentarsi dal proprio posto, si dovrà procedere ad avvertire l’insegnante collaboratore fiduciario del plesso e/o gli insegnanti informandoli dei motivi e del tempo di assenza previsto allo scopo di permettere l’organizzazione di altre modalità di garantire la sorveglianza degli alunni.

  • Ricreazione:

Il personale docente presente in aula al suono della campanella della ricreazione è tenuto alla gestione della sorveglianza degli alunni durante la ricreazione. Deve fare in modo di avere sotto il massimo controllo i movimenti degli alunni e sorvegliare affinché essi non adottino comportamenti pericolosi per sé e per gli altri, non provochino disordine nelle aule, gettino i rifiuti nei cestini e possano accedere ordinatamente ai servizi igienici. Al termine del tempo di ricreazione, si procede come per un normale cambio di classe.

Il personale non docente presente nei corridoi e negli atri collabora con gli insegnanti alla sorveglianza degli alunni e in particolare controlla il corretto uso dei servizi igienici da parte di tutti gli alunni.

  • Uscita:

I docenti sono tenuti ad accompagnare la classe loro affidata fino alla porta d’accesso all’edificio evitando sovraffollamenti di scale, corridoi e controllare che tutti gli studenti  si allontanino ed escano dal cancello ordinatamente.

Il personale non docente sorveglia che le operazioni avvengano ordinatamente e, in caso di necessità, interviene per aiutare gli insegnanti a regolare i flussi di uscita degli alunni e a sorvegliare sulla correttezza dei comportamenti da questi ultimi adottati.

E’ necessario che un collaboratore scolastico assista all’uscita e sorvegli il cortile e il cancello per evitare che i ragazzi possano essere avvicinati da persone estranee o sconosciuti.

  • Servizio di pre e post-scuola:

Il servizio viene attivato e autorizzato a seguito di richiesta motivata e documentata dei genitori al Dirigente Scolastico e successiva autorizzazione del Dirigente medesimo ad accedere all’edificio scolastico prima dell’inizio dell’orario delle lezioni e a permanervi oltre il termine delle medesime.

Il personale non docente incaricato del servizio assicura l’adeguata vigilanza sugli alunni autorizzati ad accedere all’edificio scolastico prima del normale orario di apertura della scuola o a permanervi oltre il termine delle lezioni.

  • Trasferimenti degli alunni, visite guidate e viaggi d’istruzione:

Il personale docente è tenuto ad organizzare adeguatamente la sorveglianza degli alunni in occasione del loro trasferimento dai locali della scuola ad altre sedi, anche non scolastiche, ivi comprese le uscite, le visite guidate e i viaggi d’istruzione. E’ necessario informare e responsabilizzare gli alunni sui corretti comportamenti da adottare allo scopo di prevenire rischi per l’incolumità e la sicurezza dei medesimi.

Il personale non docente, se coinvolto nei trasferimenti e nelle uscite, nelle visite guidate e nei viaggi di istruzione, concorre ad accompagnare gli alunni e a vigilare sui loro comportamenti in collaborazione con gli insegnanti.

B.        SORVEGLIANZA DEGLI EDIFICI SCOLASTICI

Nell’ambito dei servizi generali della scuola è prevista la custodia e la sorveglianza sui locali scolastici. Tale compito è affidato ai collaboratori scolastici come prevede il profilo contrattuale (Tabella A del C.C.N.L. – Comparto Scuola 2002/05).

E’ compito dei collaboratori scolastici assicurare la necessaria e adeguata sorveglianza, con servizio di portineria, degli ingressi degli edifici scolastici, con apertura e chiusura degli stessi, per lo svolgimento delle attività scolastiche e delle altre connesse al funzionamento della scuola in particolare durante i periodi di presenza degli alunni.

Pertanto si forniscono le seguenti istruzioni di massima:

  • All’ingresso dell’edificio deve essere assicurata, durante lo svolgimento delle attività scolastiche con gli alunni, la presenza costante e continuativa di un collaboratore scolastico per controllare e regolare l’accesso degli utenti e degli estranei. Gli estranei dovranno essere invitati a presentare le proprie generalità e i motivi del loro accesso all’edificio nonché ad esibire eventualmente l’autorizzazione del Capo d’Istituto ad accedere ai locali scolastici.
  • Durante le attività che non prevedono la presenza degli alunni (riunioni, incontri collegiali,..), la porta d’ingresso dovrà rimanere chiusa.
  • In occasione degli incontri scuola-famiglia dovrà essere garantito il servizio di portineria come durante le attività scolastiche con presenza degli alunni.

  Il Dirigente Scolastico

    (Dott. Antonio Gardin)