POLO TECNICO ADRIA

Chi siamo

Print Friendly, PDF & Email

Saluti da parte del Dirigente Antonio Gardin
a tutti i visitatori  del sito
dell’Istituto di Istruzione Superiore POLO TECNICO di ADRIA.

Sarò lieto di accompagnarVi per una visita guidata al nostro Istituto, per cominciare cercherò di fornirVi un po’ di numeri, e una panoramica delle strutture a disposizione per le attività didattiche.

Credo possa interessare anche sapere quali sono i corsi di studio attivati, con una descrizione delle caratteristiche e i quadri orari relativi.

La nostra scuola non fa solo “scuola”, abbiamo realizzato numerose attività culturali, sportive e ricreative, e molte altre sono in cantiere, sarà opportuno quindi aggiornarVi sulle principali iniziative passate e future.

Molti progetti sono in corso, una sezione dedicata ai contatti con le aziende per la realizzazione di stage aziendali e per realizzare attività di orientamento e di formazione. Abbiamo sicuramente bisogno di avere di avere un riscontro da parte di operatori e di aziende interessate e disposte a collaborare con noi, saranno perciò graditi interventi in proposito alla nostra E-mail.

L’Istituto Tecnico Commerciale “Giovanni Maddalena” è oggi molto diverso rispetto alla sua istituzione in Adria nell’anno scolastico 1950/51. La scuola è progressivamente cresciuta fino ad avere oggi circa 900 allievi, adeguandosi con tempestività ai profondi cambiamenti intervenuti nella realtà economico-sociale del territorio e del paese. Da molti anni l’attivazione delle più innovative sperimentazioni e i consistenti investimenti sul piano tecnologico e culturale hanno permesso alla scuola di stare al passo con le nuove esigenze del mondo del lavoro. Chi si iscrive al primo anno può scegliere, al “Maddalena”, tra l’indirizzo Linguistico Aziendale (ERICA) e l’indirizzo “normale” IGEA (Indirizzo Giuridico Economico Aziendale), che per decisione del Ministero ha sostituito dall’anno scolastico 1996/97 il vecchio curriculum di studi del ragioniere. Qualsiasi scelta il ragazzo faccia, a sedici anni, e cioè quando avrà le idee più chiare, potrà indifferentemente optare per il triennio Linguistico-Aziendale (ERICA), per il triennio Giuridico Economico Aziendale (IGEA) o per il corso sperimentale programmatori (MERCURIO). Scegliere a 16 anni è meglio!

Chi ha intenzione di iscriversi al corso per geometri, può orientarsi per l’accesso al corso sperimentale denominato “Progetto Cinque”.

L’Istituto con questa vasta gamma di opzioni, intende così offrire a studenti e famiglie la possibilità di scegliere l’indirizzo sulla base delle esigenze culturali, delle attitudini e delle prospettive professionali, tenendo conto delle emergenti richieste del mondo del lavoro, che impongono una pressante formazione linguistico-comunicativa nel settore aziendale e l’adeguamento delle conoscenze tecnico-informatiche in più, viene rinviata la scelta fondamentale a 16 anni.
    A seguito della Riforma degli Istituti Tecnici, oltre a consolidare i percorsi didattici esistenti, avrà la possibilità di ampliare la propria offerta formativa.
Per quanto riguarda il Settore Economico, rimarranno, anche se con nomi diversi e variazioni di orario, gli attuali tre indirizzi, ossia Igea, Erica e Mercurio. Nell’ultima versione della riforma, infatti, il Ministero ha riconosciuto la validità di questi indirizzi, consolidati da circa 30 anni di esperienza nella maggior parte degli istituti italiani, reinserendoli come “articolazioni” dell’Indirizzo “Amministrazione, Finanza e Marketing”. In sostanza, chi desidera intraprendere presso l’ITCSG di Adria il percorso economico, ossia desidera conseguire il “vecchio” diploma di ragioniere, troverà un primo biennio comune, mentre nei successivi tre anni potrà scegliere tre diversi percorsi. Potrà proseguire nell’indirizzo “Amministrazione, Finanza e Marketing”, sostanzialmente uguale all’attuale Indirizzo Giuridico Economico Aziendale o IGEA. Oppure potrà optare per un percorso, o “articolazione”, caratterizzato dal maggiore spazio delle lingue straniere e alle competenze relative al turismo e al commercio internazionale “Marketing e Relazioni Internazionali”, che sostituirà l’attuale corso linguistico Erica.Infine potrà scegliere la terza “articolazione” prevista dalla riforma, ossia “Sistemi Informativi Aziendali”, che corrisponde all’attuale corso di “Ragioniere Perito Commerciale e Programmatore” meglio conosciuto come Mercurio, dove l’informatica e l’economia aziendale rimangono le discipline fondamentali, assieme a matematica e diritto.La riforma Gelmini ha semplificato anche il settore tecnologico che comprenderà 9 indirizzi, due dei quali interessano l’ITCSG “G.Maddalena”. L’attuale “geometra” si chiamerà Diploma in “Costruzioni, Ambiente e Territorio”.

Le tradizionali discipline caratterizzanti questa figura sono sostanzialmente confermate: progettazione,  costruzioni, estimo, topografia, gestione del cantiere e sicurezza.

Anche in questo caso l’offerta del “G. Maddalena” rimane invariata, mentre la principale novità è rappresentata dall’assegnazione all’ITCSG, di un secondo indirizzo nel settore tecnologico, che viene ad arricchire l’offerta degli Istituti Superiori della città di Adria e che riscuoterà sicuramente l’interesse delle famiglie. Si tratta dell’indirizzo “Informatica e Telecomunicazioni”, dove nel triennio conclusivo trovano ampio spazio le nuove discipline: informatica; tecnologie e progettazione di reti e sistemi, telecomunicazioni. Un percorso sicuramente valido, spendibile nel mondo del lavoro e allo stesso tempo ottima base per proseguire negli studi universitari.
Per tutti i 5 indirizzi articolazioni sopra elencati, a partire dal primo e fino al quinto anno, sono previste 32 ore settimanali, da 60 minuti, al posto delle attuali 36 ore da 50 minuti.
Le tradizionali discipline caratterizzanti questa figura sono sostanzialmente confermate: progettazione,  costruzioni, estimo, topografia, gestione del cantiere e sicurezza.

Anche in questo caso l’offerta del “G. Maddalena” rimane invariata, mentre la principale novità è rappresentata dall’assegnazione all’ITCSG, di un secondo indirizzo nel settore tecnologico, che viene ad arricchire l’offerta degli Istituti Superiori della città di Adria e che riscuoterà sicuramente l’interesse delle famiglie. Si tratta dell’indirizzo “Informatica e Telecomunicazioni”, dove nel triennio conclusivo trovano ampio spazio le nuove discipline: informatica; tecnologie e progettazione di reti e sistemi, telecomunicazioni. Un percorso sicuramente valido, spendibile nel mondo del lavoro e allo stesso tempo ottima base per proseguire negli studi universitari.
Per tutti i 5 indirizzi articolazioni sopra elencati, a partire dal primo e fino al quinto anno, sono previste 32 ore settimanali, da 60 minuti, al posto delle attuali 36 ore da 50 minuti.